Canone Rai: tutto quello che c'è da sapere



QUANTO E COME SI PAGA

Il conto del canone Rai per il 2016 sarà di 100 euro (contro i 113 attuali) e si pagherà in sei rate bimestrali da 16,66 euro l'una. In bolletta avrà una voce a sé stante esplicitamente segnalata al cliente finale. 

CHI PAGA E CHI È ESENTATO

Saranno tenuti al pagamento sia i proprietari delle prime case sia gli affittuari, ovvero tutti coloro che hanno spostato la residenza uscendo dallo stato di famiglia dei genitori. Saranno invece esentati dal pagamento coloro che dimostreranno di non possedere né televisori, né una connessione Internet. Inoltre saranno esentate le utenze industriali e commerciali.

COME RICHIEDERE L'ESENZIONE

Il canone verrà inserito direttamente nella prima bolletta che riceveremo nel 2016, e solo dopo sarà possibile chiedere di esserne esentati. Per farlo sarà sufficiente inviare un'autocertificazione all'Agenzia delle Entrate nella quale si dichiara di non possedere né un televisore né una connessione a Internet. In questo caso basterà pagare la bolletta elettrica tranne che con addebito bancario automatico, in modo da poter eliminare i 16,66 euro e versare così solo l'elettricità.

CHI SI CONNETTE A INTERNET DEVE PAGARE IL CANONE?

Nell'ultima bozza della legge di stabilità è considerato "utente Rai" chiunque abbia una connessione fissa a Internet nella propria abitazione. Non sono da ritenersi tali le sim-card o le chiavette.

E PER CHI POSSIEDE DUE CASE?

Il canone è dovuto solo per la prima abitazione, sia essa di proprietà o di residenza.

IL CANONE RESTERÀ SEMPRE DI 100 EURO?

Se la misura dovesse funzionare e portare più contribuenti, ha fatto notare Renzi, nel 2017 il suo importo potrebbe ulteriormente scendere fino a 95 euro.

SANZIONI PER CHI NON PAGA

Il conto per i "furbetti" sarà piuttosto salato. Per i morosi è prevista una multa di 500 euro, ma niente distacco della luce. Da definire invece le incombenze a carico dei gestori energetici, che di fatto svolgeranno anche il compito di esattori del canone. Le ultime indiscrezioni parlano di una penale di 30 euro per ogni segnalazione mancata. Così dice l'ultima bozza della Legge di Stabilità. 

QUANTO CI GUADAGNA LO STATO?

Saranno circa 22 milioni i contribuenti chiamati al pagamento, per un gettito complessivo per lo Stato di 2,2 miliardi di euro, circa 500 milioni in più rispetto a quanto raccolto nel 2015. 

QUANDO ENTRERÀ IN VIGORE IL PROVVEDIMENTO?

Il premier Renzi vorrebbe che le novità fossero introdotte al più presto possibile. Al momento si prevede che il primo canone in bolletta si pagherà dal mese di marzo 2015.

Nessun commento:

Posta un commento