Tutti pronti per l'arrivo di Marty McFly dal 1985



Che Marty McFly arrivi oggi, è sicuro: bisogna capire solo bene dove... e tutto il mondo festeggia, soprattutto (tanto per cambiare) sui social network. Di che cosa stiamo parlando? Ma del protagonista di “Ritorno al futuro”, naturalmente: il ragazzo (interpretato da Michael J. Fox) che in una trilogia di enorme successo degli anni ‘80, firmata da Robert Zemeckis, si ritrova a viaggiare avanti e indietro nel tempo grazie alla macchina del tempo costruita dall’estroso “Doc”.
Nel secondo episodio della trilogia, Marty “vola” nel tempo dal 1985 al 2015, precisamente il 21 ottobre del 2015. E si ritrova in un futuro davvero molto... futuribile, anche per noi: skateboard antigravitazionali, macchine volanti, guinzagli automatici che portano da soli in giro i cani, pizze che si “gonfiano” dentro il forno a microonde, e via fantasticando.
Di certo c’è che sul display della DeLorean, l’automobile trasformata in macchina del tempo, “Doc” mette una data ben precisa: 21 ottobre 2015, primo pomeriggio. E ora a milioni giocano con l’impossibile speranza che il funambolico Marty davvero sbarchi nella non meglio precisata “Hill Valley, California”.
Infinite le iniziative che hanno circondato questa data: negli Usa qualche buontempone ha addirittura chiesto al presidente Obama che il 21 ottobre venga proclamata festa nazionale. Dalle nostre parti, invece, ha avuto un successo strepitoso l’idea di un utente Facebook che ha creato un evento, “Accogliamo l’arrivo di Marty Mcfly dal 1985!“, indicando come località della “festa” una inesistente “fattoria” di Marnate, in Lombardia. Tutto falso, ovviamente: ma intanto, in 190mila hanno assicurato che ci saranno. Proprio come Marty.
Più concretamente, in molti cinema del mondo la data viene festeggiata riproponendo il film, o anche l’intera trilogia.

Nessun commento:

Posta un commento