Paul Walker è il solo responsabile della sua morte: Lo ha dichiarato Porsche



Il costruttore di vetture sportive tedesco, Porsche ha dichiarato che la morte dell'attore di Fast & Furious, Paul Walker, in un incidente ad alta velocità nel novembre del 2013 è "da attribuire solo a se stesso".
La Porsche Cars North America (PCNA), che sta cercando di respingere una causa per omissione di soccorso depositata il 28 settembre dalla figlia dell'attore Meadow Walker a Los Angeles, ha detto dichiarato che l'edizione limitata della Porsche Carrera GT 2005 in cui Walker viaggiava come passeggero, era stata "modificata e alterata" e "mantenuti in modo improprio". Queste alterazioni e  carenze di controllo hanno contribuito alla collisione che ha ucciso Walker e l'autista Roger Rodas, e l'attore era ben consapevole dei rischi quando salì in macchina, dichiara l'azienda produttrice nelle sette pagine depositate.
La "PCNA" sostiene che il signor Walker, si sia consapevolmente e volontariamente assunto tutti i rischi e i pericoli derivanti dall'uso della Carrera GT, che il pericoli e i rischi erano stati esposti ed evidentemente resi a lui noti, e che quindi ha lui stesso scelto di mettere se stesso in condizione da esporsi tali pericoli e rischi, assumendosi così tutte le responsabilità e i rischi connessi al veicolo ", ha dichiarato Porsche.
Le affermazioni di Porsche contrastano direttamente quelle depositate da Prato Walker, che ha sostenuto che la casa automobilistica Volkswagen di proprietà conosceva il modello, ed inoltre la sue dichiarazioni sono in disaccordo con  i rapporti di polizia che suggeriscono che la Carrera GT stava viaggiando a circa 90 miglia quando è avvenuto l'incidente, mentre dall'altra parte, sostengono che la velocità massima raggiunta dal veicolo era in realtà solo 71 miglia orarie.

Nessun commento:

Posta un commento