Olio di palma nel latte artificiale per neonati, ma nessuno ne parla

2


L'olio di palma è uno degli ingredienti più controversi usati oggi dall'industria alimentare, che lo impiega anche per la preparazione di latte artificiale per lattanti. Ma perché viene utilizzato anche nelle formule? È sicuro? Esistono alternative possibili? Facciamo chiarezza.

1. Perché nel latte artificiale può esserci olio di palma?
In breve: perché, almeno dal punto di vista delle aziende produttrici, è un'ottima fonte di acido palmitico, uno dei grassi principali presenti nel latte materno.

Partiamo da un presupposto: come dice la parola, il latte artificiale è un prodotto creato in laboratorio mettendo insieme varie sostanze - grassi, proteine, vitamine, sali minerali e altro ancora - con l'obiettivo di arrivare a una composizione la più simile possibile a quella del latte materno. "Queste sostanze arrivano da varie fonti"spiega il pediatra di famiglia Sergio Conti Nibali, responsabile dell'Area nutrizione dell'Associazione culturale pediatri. "Per esempio il latte di mucca, o appunto l'olio di palma, che non contiene solo acido palmitico, comunque predominante, ma anche acido oleico, linoleico, stearico e miristico, tutti presenti anche nel latte di mamma".

Conti Nibali tiene a sottolineare che "le concentrazioni dei singoli componenti di una formula non potranno mai essere identiche a quelle del latte materno, un prodotto vivo, che cambia la sua composizione di giorno in giorno o nei vari momenti della giornata per tutta la durata dell'allattamento". Fatta salva questa precisazione, va ricordato che la composizione degli "alimenti per lattanti", come si chiamano tecnicamente i latti artificiali, deve seguireparametri ben precisi indicati dal Codex Alimentarius, un organismo tecnico-scientifico internazionale creato dalla Fao e dall'Organizzazione mondiale della sanità anche con l'obiettivo di garantire la sicurezza dei prodotti alimentari. I parametri di riferimento sono elaborati dalle indicazioni che emergono da studi e pareri scientifici, come quelli dell'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa).

Pur restando nell'ambito di questi parametri, ogni produttore propone una sua formula, con varie concentrazioni di vari ingredienti che possono venire da fonti differenti. Per quanto riguarda i grassi, che sono una componente importantissima del latte materno - in particolare acido oleico e acido palmitico - ci sono varie possibilità: oli vegetali (colza, girasole, oliva, palma, cocco), spesso usati in miscela, o anche prodotti di origine animale, come la crema di latte vaccino.

Tra le tante fonti, l'olio di palma è quella preferita dalla maggior parte dei produttori, e la spiegazione è semplice. Come precisa Renato Bruni, chimico e botanico del Dipartimento di scienze degli alimenti dell'Università di Parma, "costa meno, è sempre disponibile in grandi quantità ed è reperibile sul mercato da parte di molti fornitori, per cui le aziende non si devono preoccupare di nulla".

2. Ma l'olio di palma è sicuro per il bambino o può fargli male?
Indubbiamente, l'olio di palma è oggi uno degli ingredienti più controversi dell'industria alimentare. L'accusa è che faccia male alla salute, in particolare quella del sistema cardiovascolare, anche perché è ormai praticamente onnipresente.

Il problema sta nel fatto che è ricco di grassi saturi, più simili dunque ai grassi presenti nei prodotti di origine animale come carne, burro, latticini, che ai tipici grassi vegetali, che sono invece insaturi e sono considerati più nobili e con effetti positivi per la salute. In effetti, i dati della letteratura scientifica indicano, soprattutto per gli adulti, l'esistenza di un'associazione tra un consumo eccessivo di grassi saturi e un aumento del rischio di sviluppare obesità e malattie cardiovascolari, come infarto e ictus. 

La rivista mensile Test – Il Salvagente ha misurato la concentrazione del 3-Mcpd – classificata come una sostanza altamente tossica – nell’olio di palma,  impiegato anche come ingrediente nel latte in polvere dei lattanti. I risultati sono incredibili: in seguito alla raffinazione, il contenuto di 3-monocloropropandiolo (3-Mcpd) nell’olio di tropicale passa da 31 mcg/kg (microgrammi per kg) a 2.920 mcg/kg. In altre parole se il consumo di  grasso tropicale tal quale non presenta grossi problemi, quello raffinato utilizzato in occidente nei biscotti, nelle merendine e in quasi tutti i prodotti da forno, ha un contenuto esorbitante di contaminanti da processo, come ha anche evidenziato il recente rapporto dell’Efsa. Il 3-Mcpd è considerato un sostanza tossica, anche se al momento non esistono limiti per la presenza negli oli vegetali.  A questo punto viene spontaneo chiedersi per quale motivo l’olio di palma sia utilizzato in quasi tutte le confezioni di latte per neonati.

La lista delle confezioni di latte artificiali che contengono olio di palma è molto lunga e comprende 36 prodotti di grandi e piccoli marchi, anche biologici. L’elencocomprende: Mellin, Humana, Plasmon, Novalac, Nipiol, Nutricia, Unifarm, Hipp, Demeter, Blemil, Milte, Dicofarm e Nestlè.  Solo quattro prodotti di due marche,Plasmon e Crescendo Coop, non lo usano. Per altre due referenze a marchio Plasmon non si può avere la certezza della presenza visto che sull’etichetta compare ancora la dicitura generica “oli vegetali”.

FORMULE PER LATTANTI CON OLIO DI PALMA
ProdottoPrezzo al kgOlio di palma
MELLIN Confort 1
(dalla nascita al 6° mese)
25,80
MELLIN 2 AR a fini medici speciali
(dal 6° mese al 12°)
50,30
MELLIN PROLILAT 2 Trattamento allergia
(dal 6° al 12° mese)
49,55
MELLIN 0 POST “per lattanti pre-termine e/o basso peso”
(dalla nascita)
47,15
HUMANA Latte “Anticolica”
(Dalla nascita)
35
HUMANA 1
(Dalla nascita)
19,50
HUMANA 2
(dal 6° al 12° mese)
21,10
PLASMON 2 TRANSILAT
(dal 6° mese)
14,40
PLASMON 2 AR “Antirigurgito”53,85
NOVALAC 1 Premium
(dalla nascita al 6° mese)
22,50
NOVALAC 2 AR
(dal 6° al 12° mese)
31,10
NIPIOL 1
(dalla nascita al 6° mese)
13,10
NIPIOL 2
(da 6 mesi)
13,10
NUTRICIA APTAMIL 1
(dalla nascita al 6° mese)
25,70
NUTRICIA APTAMIL 2
(da 6 a 12 mesi)
16,60
NUTRICIA APTAMIL PRO EXPERT COMFORMIL PLUS (dalla nascita)
(dalla nascita al 6° mese)
35,75
UNIFARM NEOLATTE BIO 1
(dalla nascita al 6° mese)
14,28
UNIFARM NEOLATTE BIO 2 (dal 6° mese)14,28
HIPP COMBIOTIC 2
(dopo il 6° mese)
21,10
HIPP BIOLOGICO 1
(dalla nascita al 6° mese)
15,80
DEMETER HOLLE 1 BIO
(dalla nascita)
15
DEMETER HOLLE 2 BIO
(dopo il 6° mese)
21,60
DEMETER HOLLE 2 a base di latte di capra
(dopo il 6° mese)
40
BLEMIL 1AS43,30
BLEMIL Latte di proseguimento26,25
MILTE ITALIA UNIMIL (0-12 mesi)25
MILTE ITALIA Miltina Np a fini medici speciali
(0-12 mesi)
38,60
DICOFARM FORMULAT 1
(dalla nascita al 6° mese)
37,25β-PALMITATO
DICOFARM FORMULAT Pregel Per neonati a fini medici speciali44,75β-PALMITATO
DICOFARM FORMULAT 2 (dal 6° mese)32,25β-PALMITATO
NESTLÈ MIO 1
(dalla nascita)
7,90Oleina di palma
NESTLÈ MIO 2
(da 6 mesi)
9,94Oleina di palma
NESTLÈ NIDINA 1 (dalla nascita al 6° mese)17,99Oleina di palma
NESTLÈ NIDINA 2 (da 6 mesi)13,99Oleina di palma


Nessun commento:

Posta un commento